Porta Palazzo
Pomeriggi di giochi e sport con i ragazzi di YEPP Porta Palazzo

 

Pomeriggi di giochi e sport con i ragazzi di YEPP Porta Palazzo e gli abitanti del quartiere al giardino Madre Teresa di Calcutta. I giovani di YEPP Porta Palazzo organizzeranno attività sportive all’aria aperta: calcio a 3, volano, pallavolo, basket a 3, allenamenti di longboard e calisthenics.

Istituzioni, imprese e terzo settore creano sinergie per rendere più incisiva la rivitalizzazione dello spazio pubblico.

Il giardino pubblico è nell'occhio del ciclone per problemi di spaccio e microcriminalità. YEPP Porta Palazzo ha deciso di rispondere al degrado con un presidio sociale. Con l'arrivo della primavera, nel giardino pubblico MadreTeresa di Calcutta (corso Vercelli 10-14, quartiere Aurora) YEPP Porta Palazzoporta una ventata di sport e di novità.

Da marzo a giugno,ogni secondo sabato del mese dalle 15 alle 19, ragazze e ragazzi del quartiere dai 15 anni in su avranno la possibilità di cimentarsi in una serie di attività sportive all'aria aperta: calcio a 3, volano, pallavolo, basket a 3, allenamenti di longboard e calisthenics.Gli animatori e istruttori delle attività saranno gli operatori e i ragazzi ele ragazze attivi in YEPP Porta Palazzo, promotori stessi dell'iniziativa.
Ad alcuni degli eventi parteciperanno anche le associazioni che promuovono il progetto "I luoghi del bello", finanziato da Lavazza, con cuiYEPP Porta Palazzo collabora.
Tra metà aprile e metà maggio, in data ancora da definire, farà tappa al giardino anche il Torino Street, torneo sportivo organizzato nei luoghi di aggregazione giovanile dal Tavolo delle Educative di Strada del Comune di Torino.

Un presidio sociale contro il degrado
Il giardino pubblico Madre Teresa di Calcutta, conosciuto alle cronache locali per essere teatro di spaccio, degrado e microcriminalità,è al centro di un lavoro di riqualificazione da parte della Città di Torino,tramite il Tavolo Aurora, e delle realtà e associazioni presenti nel quartiere.L'iniziativa di YEPP Porta Palazzo si inserisce dunque in questo contesto virtuoso in cui istituzioni, imprese e terzo settore creano sinergie per rendere ancora più incisiva la rivitalizzazione dello spazio pubblico.