Langhe
Piano Operativo YEPP Langhe 2017

 

Il Piano Operativo di YEPP Langhe 2017 deriva dal lavoro di riprogettazione che il Gruppo di Supporto ha condotto nei mesi di Gennaio e Febbraio. Poiché il Gs si trova in una fase di cambiamento e transizione, il direttivo e l'èquipe di educatori ha ritenuto importante coinvolgere nella progettazione anche i ragazzi che da poco si sono affacciati al progetto Yepp, organizzando attività mirate e pensate appositamente per i nuovi membri.

Si sono svolti 5 incontri di progettazione partecipata durante i quali si sono definite le azioni da intraprendere e sono stati presi in considerazione gli indicatori e gli aspetti qualitativi che erano stati definiti in fase di impianto di valutazione.

Il P.O. 2017 si colloca in continuità con le azione svolte negli anni precedenti apportando elementi di innovazione e di sviluppo.

Di seguito vengono indicati i principali elementi di novità e di cambiamento che il progetto è riuscito ad apportare dallo scorso anno e le linee progettuali per il nuovo anno.

 

Il Contesto

Il territorio di Yepp Langhe coinvolge 11 Comuni (Novello, Monforte, Grinzane Cavour, Roddi, Castiglione Falletto, Monchiero, Verduno, Rodello, Montelupo, Barolo e La Morra).

Osservando attentamente il territorio si percepiscono chiaramente le sue caratteristiche: si tratta di un territorio molto ampio, frammentato, caratterizzato da piccoli centri abitati distanti gli uni dagli altri. Le dinamiche che gli abitanti mettono in moto sono da un lato quelle del “campanilismo”, ossia del rifugiarsi nel proprio comune, dove ci si sente al sicuro, dove “si conoscono tutti”, oppure quella di utilizzare il comune solo come “residenza”, trasferendo tutte le relazioni economiche e sociali nei centri più grandi di Alba e Bra.

La necessità è quindi da un lato quella di coltivare le comunità locali; dall'altro riuscire a costruire un'identità territoriale sempre più solida e forte al di là dei confini comunali.

Da questo punto di vista diventa fondamentale investire sulla componente più sensibile della comunità, ovvero bambini, ragazzi e le loro famiglie.

Nello specifico i bisogni che i giovani riscontrano sono:

  • bisogno di diversi spazi di proposta e di ritrovo tra “pari” per bambini e ragazzi di età 6-20 anni in orario extrascolastico e nel tempo libero: risulta necessario promuovere situazioni in cui bambini e ragazzi possano confrontarsi, tessere relazioni e affrontare esperienze positive di contatto con gli altri;
  • avere la possibilità partecipare alle decisioni che li riguardano trovando spazio di sperimentazione di sé e delle proprie capacità;
  • spostarsi sul territorio in modo autonomo e sicuro;
  • coordinare le diverse azioni e proposte educative e culturali presenti sul territorio (a livello comunale e intercomunale): ancora troppo spesso i diversi soggetti che operano sul territorio lo fanno in autonomia e solitudine e questo porta a costruire proposte poco incisive e partecipative, calate dall'alto su giovani, famiglie e comunità in generale.

Con lo sviluppo del progetto Yepp Langhe si ha avuto una concertazione e condivisione di intenti ed obiettivi, i giovani sono diventati protagonisti e attori attivi nelle scelte.

Le opportunità sono molteplici e variegate, le azioni rientrano in un quadro organico e trasversale, che coinvolge molteplici soggetti partner.

Nel 2016 sono esemplari in questo senso i seguenti risultati:

  • la gestione partecipata dei centri giovani

  • la partecipazione della web radio e della redazione ad eventi del territorio (Buone Visioni, Tanaro Libera tutti, Collisioni, Notte bianca delle librerie)

  • la promozione dello sport e degli sport minori attraverso eventi itineranti

  • la collaborazione con il Consorzio Socio Assistenziale Alba Bra Langhe e Roero

  • E' stata affidata all'associazione Yepp Langhe la gestione delle attività educative extra scolastiche per bambini delle elementari e ragazzi delle medie (Spazi Aperti)

 

La Partnership: Il coinvolgimento dei giovani e delle istituzioni

I risultati in questo senso sono visibili e facilmente misurabili:

Il gruppo di supporto che si è costituito si è dimostrato molto attento e partecipativo. In quasi tutti i comuni si è formato un nucleo di 3-5 persone motivate a cambiare la situazione sul territorio.

Terzo Settore:

Sono coinvolte anche le principali associazioni e cooperative che lavorano con i giovani sul territorio (coop. Caracol, ass. Foravia, Elianto, Cinema Vekkio, Buone Visioni, EquiLibri Digitali).

Enti:

Sempre più radicata la collaborazione con l'Unione dei Comuni di Langa e del Barolo. Sono inoltre in atto contatti stabili con l'Istituto Comprensivo della Morra e con il Consorzio Socio Assistenziale di Alba.

Privato:

Si è sviluppata molto positivamente attivata la collaborazione di tre anni con la Rivista Idea che ha pubblicato diversi numeri speciali dedicati ai giovani e redatti dal gruppo di YEPP Langhe ed ha offerto uno spazio in ogni uscita mensile e tutoraggio durante tutto l'anno.

Giovani:

Il gruppo di supporto di YEPP Langhe è composto soprattutto da giovani, a cui si aggiungono di volta in volta un gruppo stabile di educatori e talvolta di assessori.

Resta il fatto che il gruppo (composto da circa 20 persone) ha proposto un piano organico che rispetta appieno i principi di YEPP; in particolare ha una ricaduta duratura sul territorio, coinvolge i giovani in prima persona e le istituzioni.

La riunione del gruppo di supporto coincide con l'Assemblea dei Soci dell'Associazione YEPP Langhe.

 

I numeri di YEPP Langhe

L'attività conclusa ha portato risultati interessanti, che hanno davvero aumentato le opportunità per i giovani del territorio:

11 Comuni che collaborano dentro e fuori l'Unione dei Comuni: ai 9 che hanno aderivano al progetto storicamente (Novello, Monforte, Grinzane Cavour, Roddi, Castiglione, Monchiero, Verduno, Rodello e Montelupo) si sono aggiunti Barolo e La Morra.

7 Centri Giovani (Castiglione Falletto, Roddi, Novello, Monchiero, Verduno, Rodello e Montelupo) rivolti al target 14-25 anni, dati in uso dai comuni o dalle parrocchie. Gli spazi esistenti sono gestiti dai giovani, con il supporto di un educatore che aiuta ad organizzarsi e a darsi delle regole.

7 Spazi Aperti: spazi di incontro e proposta extrascolastica per bambini e pre-adolescenti (fascia 6-14 anni) strutturati in incontri a cadenza settimanale. Ad oggi il territorio ospita sei Spazi Aperti, tre dedicati a bambini tra i 6 e i 10 anni di età (Novello, Monchiero, Barolo) e quattro dedicati a ragazzi tra gli 11 e i 14 anni di età (Monchiero, Novello, Monforte, Montelupo Albese).

La Redazione Multimediale ha 7 sedi distaccate nei vari centri giovani. Al momento è composto da 8 giovani della Redazione, 8 della WebRadio.

Il progetto Sport che ha organizzato 4 tornei itineranti

2 Scambi Internazionali Build your Future, BIC 2

Il gruppo di Grafica: che lavora alla comunicazione grafica degli eventi dell'associazione

Equipe educatori: composta da 5 operatori che si occupano del delle attività dei centri giovani e degli Spazi Aperti e curano gli aspetti pedagogico-educativi dei diversi sotto-progetti.

Nella tabella che segue è riportato il numero di partecipanti alle varie attività:

Comune

2009

2010

2011

2012

2013

2014

2015

2016

Partecipazione nella progettazione del P.O. 2017

Castiglione

5

0

2

3

5

17

13

8

2

Grinzane Cavour

3

2

4

5

5

5

4

3

1

Monforte

1

0

3

9

4

2

18

6

0

Novello

3

6

6

10

10

15

16

14

4

Roddi

2

5

10

12

10

20

20

15

4

Verduno

0

0

6

6

2

2

4

3

1

Monchiero

0

0

4

7

5

10

0

2

1

Rodello

0

0

1

2

2

17

25

25

4

Montelupo

0

0

1

1

1

0

10

10

3

Barolo

0

0

0

0

3

5

7

5

1

La Morra

0

0

0

0

0

5

9

6

2

Totale

30

48

55

60

50

101

128

97*

23**

* Per 97 si intendono i ragazzi frequentanti i centri giovani

**con 23 si intende il numero di giovani che hanno partecipato ai GS di progettazione.

 

Gli ambiti di miglioramento 2017

Per il 2017 il gruppo ha individuato i seguenti ambiti di miglioramento:

• Far conoscere maggiormente il progetto YEPP in modo da coinvolgere nuovi soggetti

• Migliorare il coordinamento tra i paesi e tra progetti

• Ripensare alle funzioni del direttivo lavorando in particolare sul tema dell'advocacy

• Coinvolgere i comuni che attualmente non hanno “perso i giovani"

• Aumentare la partecipazione ai GS e curare l'ingresso di nuovi ragazzi

• Creare continuità e coesione nelle proposte educative rivolte alle diverse fasce di età

 

I Temi, gli obiettivi, i criteri

A partire dai temi e dagli obiettivi dello scorso Piano Operativo, il gruppo ha individuato come più rilevanti per i giovani delle Langhe i temi indicati nella mappa che segue (Figura.1).

Temi e Obiettivi YEPP Langhe 2017

 

Per ognuno dei temi sono stati individuati degli obiettivi.

LAVORO:

avere orientamento per il futuro

creare occasioni per lavori più innovativi e creativi

sapere quali passi per il lavoro che voglio

capire interessi e passioni

trovare un lavoro diverso dal solito (es pubblicità, etc)

 

SPAZI APERTI:

coinvolgere animatori e volontari come supporto alle attività con i bambini

organizzare attività per far scoprire ai bambini nuove passioni

offrire occasioni per stare insieme

collaborare con enti, persone e associazioni

coinvolgere le famiglie nelle attività

 

SPAZI GIOVANI E TEMPO LIBERO:

migliorare la comunicazione tra i centri

collaborare con altri soggetti del territorio

rendere i centri attivi e più appetibili

organizzare corsi e attività

 

SPORT:

favorire sport dimenticati e alternativi

sensibilizzare all'utilizzo delle strutture presenti sul territorio

favorire il contatto e la diffusione di opportunità sportive tra enti e ragazzi

 

TRASPORTI:

avere servizi per il sabato sera

collegamenti migliori con le città grandi

spostamenti tra comuni per favorire l'incontro tra i giovani

Avere trasporti gratuiti e che inquinano poco

 

ASSOCIAZIONE E ADVOCACY:

far conoscere l'associazione

avere un'evoluzione del direttivo

pensare ad un ruolo più politico del direttivo

attivare un nuovo gruppo coinvolgendo i ragazzi più attivi dei vari comuni

 

MULTIMEDIA:

collaborazioni trasversali tra progetti e centri giovani

proporre progetti di comunità e non laboratori

trovare legami con altri progetti "grandi"

migliorare le strutture e i materiali a disposizione

capire i legami tra le attività e il mondo del lavoro
 

La Struttura del Piano

Il Piano Operativo 2017 è basato su quelli degli anni precedenti, ma prende in considerazione i vari ambiti di miglioramento individuati.

Il piano prevede quindi 7 aree che mirano a raggiungere gli obiettivi indicati in precedenza attraverso una serie di azioni:

Polo Editoriale (suddiviso in 2 gruppi di interesse: Web Radio e Redazione). Il polo è itinerante e mira a coinvolgere giovani di vari comuni e facilitare gli scambi e le relazioni tra comuni diversi.

Redazione: le azioni previste dalla redazione sono:

  • collaborazione all'organizzazione della rassegna Buone Visioni

  • proposta di un cineforum tematico itinerante nei diversi centri giovani con questionario

  • pubblicazioni periodiche su blog e cura della pagina Fb

  • collaborazione con l'associazione culturale Arvangia

  • organizzare momenti di formazione sulla scrittura

Web Radio le azioni previste dalla web radio sono:

  • fare una nuova trasmissione radio;

  • continuare a curare la piattaforma Social Sounds;

  • collaborare con la manifestazione Tanaro Libera Tutti

  • conoscere altre radio e altre realtà simili;

Spazi di aggregazione: In quest'area si concentrano tutte le azioni legate al tempo libero, alla gestione degli spazi, alle attività aggregative che confluiscono nella creazione dell'Associazione YEPP Langhe. Le azioni previste sono le seguenti:

  • Verranno organizzati due corsi (dj/musica e video)

  • Ogni centro ha a disposizione un salvadanaio per l'ordinaria amministrazione del centro.

  • Nella gestione del centro i ragazzi hanno un ruolo attivo e per questo verranno nominati 2 referenti per ogni centro

  • verranno organizzati momenti specifici per accogliere nuovi membri;

  • ogni due mesi i referenti dei vari comuni si incontreranno per scambiarsi opinioni ed esperienze;

  • in ogni comune si organizzerà un evento in collaborazione con altri soggetti;

  • verranno organizzati momenti conviviali per favorire l'incontro tra ragazzi di comuni diversi;

Spazi Aperti: le principali azioni rivolti a bambini (6-14) e famiglie sono:

  • mantenere le attività settimanali nei comuni di Barolo, Monchiero, Monforte, Montelupo, Novello, incrementando su alcuni comuni gli interventi educativi (Attivare uno spazio aperto per le medie a Barolo e aumentare di 1h/sett. l'attività a Montelupo)

  • rinforzare il lavoro d'èquipe degli educatori che lavorano sui diversi comuni

  • attivare dei laboratori creativi, di cucina, sportivi e di web radio

  • convocare un tavolo tecnico politico di coordinamento

  • organizzare incontri rivolti ai genitori su alcuni temi specifici

  • organizzare interventi nelle scuole medie per iniziare a presentare il progetto Yepp Langhe

Associazione e Advocacy: Il progetto deriva dal naturale evolversi delle funzioni del direttivo dell'associazione Yepp Langhe svoltesi negli ultimi 5 anni. Le principali azioni previste sono:

  • incontri di formazione rispetto ai ruoli e alle funzioni del direttivo;

  • incontri di team building per creare un direttivo più coeso;

  • partecipazione a momenti con le istituzioni;

  • coordinamento e gestione di azioni di autofinanziamento;

  • promozione di scambi internazionali

Creatività & Lavoro: si lavorerà sul tema dell'imprenditività giovanile e della creatività cercando di promuovere iniziative professionalizzanti e promuovendo buone pratiche ed esperienze positive. Le azioni saranno:

  • potenziamento del gruppo di giovani che all'interno dell'associazione si occupano di grafica

  • collaborazione con progetti già attivi per promuovere la nascita di un FabLab e per conoscere altre esperienze;

  • organizzare incontri con professionisti per conoscere meglio alcune realtà;

  • attivazione di un corso di stampa 3D;

Sport: il progetto raccoglie una serie di azioni con la finalità di promuovere lo sport ed i valori della pratica sportiva, nonché di offrire occasioni di aggregazione e possibilità di conoscere ed avvicinarsi agli sport meno noti.

  • organizzare due tornei in diversi comuni;

  • proporre una giornata sportiva a tema (es. giornata bianca);

  • organizzare un evento per promuovere sport alternativi e meno noti;

  • promuovere l'associazione durante gli eventi sportivi organizzati;

 

DOCUMENTI