Italia
Il nostro 2018: un anno all'insegna della partecipazione

 
Il 2018 per l’Associazione YEPP italia è stato un anno caratterizzato da un susseguirsi di iniziative, realizzate grazie al sostegno dalla Compagnia di San Paolo, che hanno puntato, attraverso workshop, scambi, momenti residenziali e incontri, a costruire occasioni concrete di partecipazione dei giovani alla vita dei loro territori e della comunità europea. 
Un anno ricco di progetti, relazioni, occasioni di riflessione, approfondimento e sperimentazione che vogliamo raccontarvi.

Torino: il documentario per raccontare una comunità

Rendere i giovani consapevoli di come utilizzare i media digitali per far conoscere temi rilevanti e realizzare azioni di advocacy.  Questo l’obiettivo del terzo workshop sul documentario come strumento per raccontare la propria comunità che YEPP Italia ha organizzato a marzo nell’ambito del progetto MiraDOC.
Per tre giorni, a Torino, dieci giovani fra i 17 e i 23 anni provenienti dai siti YEPP di Piemonte, Liguria e Calabria hanno partecipato ad un percorso guidato dagli esperti Andrea Serafini (regia e riprese), Manuel Peluso (montaggio) e Mirko Guerra (presa Diretta e montaggio del suono). Il risultato è stato un video che racconta interessi e passioni di una ragazza del gruppo YEPP Porta Palazzo.

Albenga: incontro conclusivo del progetto “People Places Partnership”

È stata Albenga, in Liguria, lo scenario che ha incorniciato a marzo l’incontro finale del progetto “People Places Partnership” promosso da YEPP Europe,  YEPP Italia e dalla ong CISV nell’ambito del  programma Erasmus+.
Nato due anni fa, il progetto ha coinvolto Italia, Svezia, Slovacchia, Repubblica Ceca, Grecia, Romania, Spagna con l’obiettivo di diffondere il metodo YEPP come strumento per promuovere la cittadinanza attiva dei giovani, supportando allo stesso tempo l’avvio e lo sviluppo di Community Hubs (centri giovanili aperti alla comunità).
L’incontro conclusivo, realizzato in collaborazione con i Siti YEPP di Albenga e Loano e con il patrocinio degli Assessorati alle Politiche Giovanili dei rispettivi Comuni, ha coinvolto 30 fra giovani e operatori europei che si sono ritrovati per condividere i risultati del progetto (impatto sulla dimensione locale, nazionale ed europea, buone pratiche e strumenti sviluppati, scenari futuri).
Il meeting si è chiuso con un incontro pubblico su politiche e strategie per supportare l’iniziativa locale dei giovani. Politici, dirigenti pubblici, responsabili di fondazioni, educatori, insegnanti e dirigenti scolastici, associazioni, parrocchie, giovani si sono confrontati nell’ambito di una tavola rotonda alla quale ha preso parte anche Angelika Krüger dell’Accademia Internazionale dell'Università Libera di Berlino, ideatrice e promotrice della sperimentazione del metodo YEPP.

“Building Identity Capital”: scambio interculturale fra Italia e Norvegia

Sono stati 60 i giovani coinvolti tra maggio e settembre nello scambio bilaterale promosso nell’ambito del programma Erasmus+ dal Comune e dalla Scuola di Ballangen (Norvegia) in partenariato con YEPP Italia e ITER (Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile). 
L’iniziativa, supportata dall’Agenzia Nazionale per i giovani della Norvegia, è nata per promuovere la conoscenza reciproca, la cittadinanza e i valori europei, la creatività giovanile (grazie ad una formazione di base sulle tecniche di ripresa audio/video).
I partecipanti, tutti dai 15 ai 19 anni, insieme a 20 tra facilitatori, insegnanti e youth leaders hanno preso parte a due momenti di scambio in Norvegia e in Italia, della durata di dieci giorni ciascuno.
A maggio gli studenti di Ballangen hanno ospitato in famiglia i coetanei italiani, coinvolgendoli in attività tipiche (sport, pesca, escursioni) ed iniziative culturali nella contea Nordland. A settembre è stata la volta dei giovani italiani che a Torino hanno proposto visite ai musei, momenti di conoscenza della cucina locale ed escusioni.Entrambi i periodi di scambio sono stati animati da laboratori sui temi del dialogo interculturale e dell’identità, realizzati con metodologie di non-formal e informal learning che hanno posto al centro dell’azione i giovani stessi.
 

Il quarto Yepp Camp a Bivongi

Promosso da YEPP Italia e organizzato dalla Rete Giovani di YEPP (gruppo che riunisce i giovani di tutti i Siti), quest’anno lo YEPP Camp si è tenuto dal 31 agosto al 5 settembre a Bivongi, in Calabria.
Oltre 30 giovani fra i 15 e i 25 anni, provenienti da Piemonte e Liguria, sono stati ospiti dell’Associazione YEPP Bivongi che ha proposto una settimana all’insegna della valorizzazione del territorio, guidandoli alla scoperta delle attrazioni ambientali e culturali di questo angolo della provincia di Reggio Calabria.
Tra una caccia al tesoro per il paese, apericena con prodotti locali, escursioni e visite a chiese storiche, grotte e cascate spettacolari, lo YEPP Camp ha offerto ai partecipanti l’opportunità di fare nuove conoscenze e stringere amicizie, di sperimentare attività insieme ad altri ragazzi, confrontandosi e consolidando l’attività dei Siti YEPP. Per l’Associazione YEPP Bivongi ha rappresentato un’occasione di ampliare le proprie competenze e sperimentare capacità di problem solving, gestione dei gruppi e lavoro in team.
 

Terza Conference di Yepp e forum "Giovani: partecipazione alla comunità"

La Terza Conference di YEPP Italia ha visto confluire a Torino dal 4 al 6 ottobre 45 tra giovani e operatori di tutti i Siti YEPP italiani per condividere le attività promosse a livello locale e i cambiamenti avvenuti nell’ultimo anno.
La Rete Giovani di  YEPP ha aperto la Conference accogliendo i partecipanti con giochi di conoscenza e attività di team building, accompagnando ciascun Sito YEPP nell’allestimento di uno stand per raccontare le proprie azioni sui territori.
La Conference si è poi allargata con un Forum pubblico organizzato al Teatro Espace venerdì 5 ottobre.
Al mattino il laboratorio condotto dal formatore Riccardo Olivieri ha guidato i giovani di YEPP facendo emergere la loro definizione di “partecipazione alla comunità” mentre nel pomeriggio il Forum è proseguito con un lavoro a gruppi chiamati “circoli di pensiero”. Ogni gruppo, condotto da un facilitatore, ha coinvolto nel dibattito soggetti differenti per ruolo, età ed esperienza (amministratori pubblici, rappresentanti di fondazioni e realtà del terzo settore, operatori e giovani della rete Yepp e di altre organizzazioni).  
La riflessione comune si è focalizzata sul tema della partecipazione: cosa significa, come si sviluppa, quali forme assume, cosa può stimolarla e supportarla. Al termine, per agevolare lo scambio, la compagnia Teatro Sequenza di Torino ha restituito gli elementi più significativi emersi dai gruppi di lavoro attraverso l’improvvisazione teatrale.
La Conference si è conclusa il giorno seguente con un gioco alla scoperta del territorio attraverso una caccia al tesoro nelle strade del quartiere torinese di Porta Palazzo grazie ai giovani dell’omonimo Sito YEPP.