CebMonTan
Yepp Ceva - La giornata dell'arte

 

La strada verso Ceva è lunga, piena di curve e gallerie, i ragazzi si rendono conto in macchina che è davvero lontana, e che beh in bici Maurizio, che abita a Vicoforte, non la può proprio raggiungere in meno di un'ora. Allora si parte in macchina verso La giornata dell'arte, una manifestazione che raggruppa in due giorni, al suo interno, i percorsi artistici e  i risultati di lavori che durano anche tutta una vita. Lungo le vie principali del complesso storico della città si scorgono fotografie, sculture, oggetti fabbricati a mano, pitture su tela, piccoli oggetti di legno e grandi profili di viso in pietra. Ieri sera c'era Giobbe Covatta sul palco della piazza principale, ci dicono. E' ancora presto, la gente è poca, e i giovani che organizzano le location e sistemano l'area per conto del comune sono davvero tanti e tutti colorati di rosso. Ci prendiamo una pausa, aspettando gli altri ragazzi di Yepp che arriveranno dagli altri comuni, intanto continuiamo a parlare e scherzare tra di noi. Il cielo è limpido, solo ogni tanto qualche timida nuvola fà capolino, come Laura da dietro il "Pannello". Ebbene sì ! Anche noi ci siamo improvvisati artisti con L'aiuto di Linda ed un enorme pannello di 4x2 metri assemblato dagli splendidi ragazzi di villanova dell'associazione Ermes ( organizzatori del futuro Palio Yeppico ). Il lavoro è stato un impegno di tutti con idee, riunioni fino a tardi, forza lavoro e creatività, oltre che una buona dose di pennelli e acrilici. I ragazzi hanno colto l'occasione per sperimentare sulla loro pelle cosa vuol dire fare rete e sentirsi vicino l'uno all'altro malgrado le distanze. In questi due pomeriggi che abbiamo trascorso con loro abbiamo notato con gioia la loro voglia di mettersi in gioco, di sapersi apprezzare tra di loro, attraverso i loro limiti e le loro personalità in crescita; non è stato semplice uscire dal proprio guscio e dalla sfera personale per avvicinare ragazzi, a primo sguardo sconosciuti. E' risultato più facile essere disinibiti e divertirsi con l'utilizzo della fotografia e dei mini-travestimenti. Queste giornate sono state anche un buon inizio per YeppCeva per aumentare la propria visibilità in linea con i principi Yeppici. Tante persone hanno manifestato il loro appoggio al progetto e passando si sono documentate, prendendo un adesivo con il logo Yepp e alcuni indirizzi utili, lasciato sul tavolo. La sera tornando in macchina si sono osservati sorrisi per una prima giornata d'incontro estiva che ha lasciato i suoi frutti, nella speranza che inizino a maturare, nelle nostre mani alzate. 

                                                                                                                                                                                                                                                                                             Matteo Mancini